Mini-scenario europeo di riferimento al 29 aprile 2020. L’unico strumento di politica monetaria (ed economica) utilizzabile fin dalle prossime settimane è costituito dagli acquisti di attività della BCE che servono per finanziare l’Europa. Prima di giugno, infatti, non arriverà un euro dall’UE o dai Fondi SURE (salva-occupazione) o dalle garanzie della Banca Europea degli Investimenti (BEI). Attesissime, pertanto, le decisioni della BCE in merito ad un ampliamento della consistenza quantitativa e ad un allungamento della scadenza del programma di acquisti PEPP (Pandemic Emergency Purchase Programme).

Le decisioni della BCE del 30 aprile 2020. Le più importanti sono:

  1. di continuare gli acquisti di attività iniziati dalla fine di marzo 2020 nell’ambito del nuovo Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (Pandemic Emergency Purchase Programme, PEPP), che ha una dotazione finanziaria complessiva di 750 miliardi. Ciò al fine di contrastare i gravi rischi a cui il meccanismo di trasmissione della politica monetaria e le prospettive per l’area dell’euro sono esposti a causa della pandemia di coronavirus;

(2) che gli acquisti netti continueranno a un ritmo mensile di 20 miliardi di euro fino ad una dotazione temporanea aggiuntiva di 120 miliardi di euro da conseguire entro la fine del 2020;

(3) che il capitale rimborsato sui titoli in scadenza continuerà a essere reinvestito integralmente finché ciò sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario;

(4) che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento presso la BCE rimangano invariati. Cioè allo 0% per il rifinanziamento principale, allo 0,25% per il rifinanziamento marginale e a -0,50% per i depositi presso la BCE.

In sostanza: le decisioni prese garantiscono più liquidità in risposta alla pandemia di coronavirus e assicurano i flussi di credito necessari all'economia.

L'articolo: ⇒ Mini-scenario europeo di riferimento al 29 aprile 2020
Segue: ⇒ Mini-scenario di riferimento per la decisione della Corte costituzionale federale tedesca.

   ⇒  Prosegui con tutte le altre notizie...